ANGIOLETTO EX-VOTO PER S. FILIPPO D'AGIRA A PIAZZA ARMERINA

mercoledì 30 ottobre 2013

La parola ROGER


Chissà quante volte abbiamo sentito la parola ROGER nei film di guerra americani. Da parte mia mi sembrava che il soldato che comunicava si rivolgesse al commilitone che stava dall'altra parte del "filo" di nome Roger. Invece il termine roger è usato nelle radiocomunicazioni e sta per "messaggio ricevuto". Il temine fu usato, insieme all'altro wilco (abbreviazione di will comply = messaggio ricevuto-sarà eseguito), per la prima volta durante la Seconda guerra mondiale. Il roger in questione non è una persona, corrisponde invece alla lettera "R" in uno degli alfabeti radio (o fonetici) più usati dall'esercito e dalla marina militare statunitense durante il conflitto, l'alfabeto "Able Baker". E la "R" (cioè "roger") si usa nelle radiocomunicazioni proprio perché è l'iniziale della parola received = ricevuto. L'uso è rimasto, anche se oggi l'alfabeto "Able Baker" è stato rimpiazzato dall'alfabeto della "Nato", sviluppato negli anni Cinquanta, che comincia con alpha, bravo, charlie, delta e usa ROMEO invece di ROGER per indicare la "R". (tratto da FocusStoria, Ottobre 2013) Gaetano Masuzzo/cronarmerina

2 commenti:

  1. La mia passione negli anni 80'

    RispondiElimina
  2. ho uncugino a Sidney che si chiama così.

    RispondiElimina