IL MIO LIBRO "CRONOLOGIA CIVILE ED ECCLESIASTICA..." del 2008 oggi anche su Ebook

giovedì 31 ottobre 2013

Famiglia Carducci a Piazza/La tomba

La tomba di Valfredo e Ildegonda Carducci
Il 24 giugno scorso vi avevo parlato della presenza durante gli anni '30, nella segreteria dell'Istituto Magistrale "F. Crispi" di Piazza, della nipote del poeta Giosuè Carducci, Clelia Carducci. Vi avevo anche detto che la signora Clelia si era sposata col piazzese dott. Salvatore Marino, abitante in via Mazzini, col quale aveva avuto 5 figli e che era la figlia del minore dei due fratelli che aveva avuto il poeta-scrittore, Valfredo. Il maggiore dei fratelli, Dante, nato nel 1837, era morto ventenne nel 1857, l'altro, Valfredo, il padre di Clelia, era nato nel 1939, forse!
Tutto era finito qui, sino a quando la scorsa primavera, chiacchierando della mia localizzazione della tomba nel nostro cimitero della Bellia della nipote di Giosuè, Clelia, con l'allora sindaco Carmelo Nigrelli, lui mi diceva che sapesse già della presenza della nipote e mi accennava della presenza nella nostra Città, all'inizio del secolo scorso, anche del padre di Clelia, nonché fratello del poeta, Valfredo. E, inoltre, di aver saputo della volontà, dell'allora amministrazione comunale del 1919, di apporre una lapide davanti la porta dell'abitazione in via Mazzini (probabilmente al piano terra dell'atrio di fronte al chiesa di S. Giuseppe, al n. 78/A per l'esattezza) del prof. Valfredo Carducci, qualche anno dopo la sua morte. La lapide, scolpita dal nonno del Sindaco, Giovanni Lo Giudice, così diceva "A Valfredo Carducci fratello del poeta, maestro di Benito Mussolini, morto in questa casa - Piazza Armerina 30/3/1919".
Mi sembrava che la storia della famiglia Carducci in Sicilia si fosse conclusa qui, invece, qualche giorno fa, al cimitero della Bellia, per caso, passando per un viale in prossimità della chiesetta, gli occhi si sono posati su una tomba (nella foto) dove ho trovato scolpiti questi nomi: Prof. Valfredo Carducci 1839-1919 e Ildegonda Carducci 1871-1961. Era stata trovata la tomba del fratello e di un'altra nipote del premio Nobèl per la letteratura nel 1906 nonché Vate della Terza Italia.
Scattando la curiosità mi metto a cercare altre notizie su Valfredo Carducci e su internet, in quel poco che trovo (infatti manca la voce anche su Wikipedia), riscontro alcune anomalie, imprecisioni e contraddizioni. (continua) Gaetano Masuzzo/cronarmerina

4 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Gaetà, stai facendo un lavoro immenso. Penso che nessuno abbia mai catalogato le chiese, i monumenti, le fontane, le famiglie e tutto il resto, così come possiamo leggere dal tuo Blog. Speriamo che al più presto tutto questo materiale possa essere messo su carta con la pubblicazione di un volume di cui il Comune di Piazza Armerina ne dovrebbe essere il primo sponsor (sic, sic, e controsic)!!!

    RispondiElimina
  3. come faccio a trovarla, puoi darmi qualche indicazione. Cia ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spalle alla chiesetta del Cimitero, 2° viale a dx, 21° momumento di dx prima di una grande cappella. Fammi sapere se sono stato chiaro.

      Elimina