LA CROCE GRECA MAI VISTA SUL MURO DELLA CHIESA DEI TEATINI

domenica 24 febbraio 2013

Famiglia Camerata

Campo rosso con leone coronato d'oro rampante sostenente colonna d'argento
Di questa famiglia di Piazza abbiamo soltanto notizie relative al XIX secolo. 1848 Rocco Camerata-Scovazzo è barone di Casal Gismondo (territorio a Sud-Est di Aidone), sindaco di Aidone e comandante delle Guardie Nazionali rivoluzionarie del Distretto; nel 1860 viene arrestato a Palermo dalle truppe borboniche. 1861 Lorenzo Camerata-Scovazzo, fratello del barone, e il barone stesso, sono deputati al I Parlamento del Regno d'Italia. 1882 e 1889 Francesco Camerata, grosso feudatario di Butera è consigliere comunale e nel 1890/93 1898/1901 è sindaco di Piazza, nel 1898 risulta sposato con Girolama Sceberras di Montagna di Marzo. Nel 1921 Salvatore Camerata da Butera ma abitante a Piazza Armerina è eletto deputato per Alleanza Democratica Sociale. I baroni Camerata erano proprietari del palazzo Starrabba di via Garibaldi. Esiste anche una via Barone Camerata, parallela alla via Garibaldi, accanto alla chiesa di S. Giovanni Evangelista.   

2 commenti:

  1. Carissimo prof. Masuzzo, ma il barone Cammarata era in qualche modo imparentato col signorino Camerata? Perche' dalla dinastia sembrerebbe di si. Non si spiega pero' la diversita' del cognome. Forse potrebbe essere dovuto a errore di trascrizione anagrafica? Ti ringrazio x la cortese risposta. Eduardo - Milano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto sappia e/o mi risulti non esiste alcuna parentela e i cognomi sono completamente differenti.

      Elimina