IL MIO LIBRO "CRONOLOGIA CIVILE ED ECCLESIASTICA..." del 2008 oggi anche su Ebook

mercoledì 27 febbraio 2013

Cu Marcu Tr'gona/4^ e ultima parte

4^ e ultima parte de A tu p'rtu cu Marcu Tr'gona

Ma ggh'è 'ncriv 'n celu ch' semp zérn!
Ieu vo u frumént senza m'schigghi e 'mbrogghi:
l'aièna, a paparina e u centufogghi:
î scarta e î gecca dritti ô 'nfern!

Pâ s'ntenza eterna però, ggh'è d' sp'ttè!
'Nveci, 'n d'lùvi, com ê témpi d' Nuè,
fasgéss, 'nt'mmnù, Ciazza pulita
d' cössa razza mal'dëtta!

Ma nan è giust, pî gent tënti,
fè patì l'armi 'nnucenti.
Parra â Matri dû S'gnör, com tu sai!
Diggh d' Ciazza e dî so guai!

Cu i to prieri Iedda n' iuta:
sign s'cur ch' a tì t' scuta!
Nan sû scorda ch' p' l'öggi so beddi,
fasgësti a cresgia ciù v'sgìna ê stëddi!

D' rosa l'auba u celu p'nz'ddia...
Ddà 'ncav a dduna ciù nan sp'cchialìa.
U söi, p'tì ch' sì 'mplalà zzà,
s'è giörn o nöit, chi ggh' fa?

Ma pî me ossi, sta muddura
nan è cert a meggh cura!
Perciò, cariss'm baröngh,
t' ddasc e 'nciöd a d'scussiöngh!

Ora u sai cö ch' haia fè.
M' raccumann! Nan tû scurdè!
E sp'röra ch' p' Ciazza zira a rota
e d'vènta arrera a Plutia d' na vota!

                                                                                          Aldo Libertino


*Per l'introduzione, la nota biografica e quella letteraria: vedi 1^ parte;
**Prossimi giorni un altro post sarà dedicato alla traduzione.

1 commento:

  1. Commoventi e teneramente malinconici i versi di questo componimento: in poche parole...meravigliosi!...lasciano nel cuore un senso di amara nostalgia per un tempo ormai andato, e restituitoci, almeno nell'immaginazione, dall'atmosfera antica, viva e suggestiva che solo chi si aggira per il dedalo di strade e anguste viuzze del nucleo storico della nostra bella Città, può respirare con orgoglio. Non mi stancherei mai di leggerli! I miei più sinceri complimenti all'autore.
    Ambra Taormina

    RispondiElimina