ANGIOLETTO EX-VOTO PER S. FILIPPO D'AGIRA A PIAZZA ARMERINA

lunedì 27 maggio 2013

Stesso autore palermitano



Cos'hanno in comune queste due statue ?

  
Da "palermo.repubblica.it":

<< RITROVATA DOPO TRE MESI IN UN MAGAZZINO LA STATUA RUBATA AL PALAZZO DELLE FINANZE.>>

La bellissima statua della Vittoria alata (foto in alto) dell'artista palermitano Antonio Ugo (1870-1950) è stata scoperta in questi giorni dalla polizia in un box del quartiere Danisinni. Realizzata in bronzo e pesante quattro quintali, è stata sezionata in tre parti dai ladri che sicuramente avrebbero fuso per ricavarne il rame che si trova nella lega col bronzo. L'opera realizzata dallo stesso scultore del nostro Marco Trigona, si trovava al secondo piano del Palazzo delle Finanze in Corso Vitt. Emanuele di Palermo, in questi mesi al centro di lavori di restauro. Fu commissionata dal Banco di Sicilia e inaugurata nel quarto anniversario della fine della I Guerra Mondiale (4 nov. 1922). Lo scultore e medaglista, tra le sue 25 opere sparse in tutta Italia, realizzò la statua del barone Marco Trigona nel 1906 servendosi di una delle più importanti fonderie d'Europa di quel periodo, le Fonderie G. A. Laganà di Napoli, come è riportato nella scritta alla base posteriore della statua in piazza Duomo. Gaetano Masuzzo/cronarmerina.blogspot.it      


Nessun commento:

Posta un commento