LA CROCE GRECA MAI VISTA SUL MURO DELLA CHIESA DEI TEATINI

martedì 30 luglio 2013

Come il fiume

 

Così come il fiume


Il corso di un ruscello, 
acqua limpida e fresca,
scende precipitosamente
dall'alto della sua generatrice.

Scosceso ed impetuoso 
trascina con se detriti 
scavati nella dura roccia,
facendosi strada fino alla valle.

Pianura industrializzata,
cuori avvelenati ed avidi 
gli scaricano dentro 
uccidendo ogni cosa che vive in lui.

E' un fiume tranquillo,
grande sì ma docile,
inquinato da tutto ciò che lo circonda
e stanco e silenzioso si trascina verso il suo destino.

Novembre 1990                                  Sergio Piazza

Nessun commento:

Posta un commento