LA CROCE GRECA MAI VISTA SUL MURO DELLA CHIESA DEI TEATINI

mercoledì 7 agosto 2013

Il Palio di una volta / 6

I cavalieri di uno dei 4 quartieri nel piano Stazione
XIII
Oh maravigghia di li maravigghi
Riggina ca cummogghia la so' Chiazza
 e teni comu Figghiu l'autri figghi
e si li strinci tutti e si l'abbrazza
mentri pi li cuntrati si propaga
la fini prudigiusa di la chiaga.

XIV
E fu di tannu e di ssu primu signu
ca paliu e Chiazza su' di na sustanza,
dei tempi dei canonichi di lignu
ca la Matri Divina nun si scanza,
pi fami e carestii, pi siccità
la porta è sempri aperta, è sempri ddà.

XV
E pi ringraziamentu e rimimbranza
di tannu si festegguia a lu tri maggiu
la Madunnuzza scìnniri in vacanza,
turnarisinni dda, cu attornu a raggiu
tutta la genti so' ca si ci appresta
e la va trova pi cci fari festa.

Giòmetrico

►Domani altra foto e altre 2 strofe.

2 commenti:

  1. Ed ecco giunger la cavalleria
    coi prodi cavalieri accavallati,
    le lance in resta ad onorar Maria.
    Emozioni di immense e antiche estati
    scolpite nei ricordi e nei perché…
    cu na dumanna: ddocu, chi via è?
    ;-)

    RispondiElimina
  2. Per terra si puo' notare il percorso della gimkana che veniva fatta nel piazzale antistante la stazione!

    RispondiElimina