ANGIOLETTO EX-VOTO PER S. FILIPPO D'AGIRA A PIAZZA ARMERINA

martedì 13 agosto 2013

IL PALIO DI UNA VOLTA / 10

I tamburi battistrada, anni '60

I Cavalieri giostranti del Quartiere Castellina, anni '60

 

Prego notare la sabbia che c'era al campo Sant'Ippolito e poi Vi ricordate del rumore particolare che facevano i piedi dei soldati quando strisciavano, specie nelle vie principali ?

3 commenti:

  1. Da notare come i ragazzi, veri cavalli di razza permeati di entusiasmo marciante e di beata gioventù, riescano a dare il meglio di sé anche sullo sterrato.
    Con il pubblico prudentemente a lato, oltre la elegante rete, a protezione di varie ed eventuali ed a contenere l’entusiasmo compartecipante, e sullo sfondo la natura libera e selvaggia, restìa a qualunque ipotesi di assistimata potatura.
    Il palio di una volta, delle vite di una volta
    “e son passati gli anni farabutti
    col tempo a fare da castigamatti
    con l’anime ingrigite, santi tutti,
    e quei ricordi già dolenti intatti”
    Però, chi eramu beddi… però.

    RispondiElimina
  2. Bellissimi tutti questi ricordi e le foto in bianco e nero ma, ma, ma, manca la notizia più importante e che ci sta facendo trascorrere notti intere senza dormire. Per chi non abita a Piazza è un vero tormento. Si va in giro chiedendo a destra ed a manca, ma nessuno sa la risposta esatta. Sono stati interpellati alcuni fisici ed astrologi, ma a parte qualche piccolo borbottio, dalle loro labbra non è uscito nulla. Insomma, chi è quest'anno il Conte Ruggero? E' forse il tronista di cui si parlava su EVA 3000 e Sorrisi e Canzoni? E' forse qual calciatore pieno di tatuaggi che è stato intervistato alla TV l'altra sera? Ditecelo per favore!! Ormai le notti trascorrono da una poltrona all'altra bevendo tisane e facendo cruciverba. Siamo stati invitati ad un torneo di Burraco (gioco di moda della gente per... bene: ormai chi non gioca a Burraco è considerato un povero de...mente) ma anche lì è mancata la concentrazione ed abbiamo perso tutte le partite. Rimaniamo quindi in trepida attesa sperando che qualcuno ci tolga quest'ansia che ci tormenta!!!!

    RispondiElimina
  3. Nella prima delle due foto qui presentate è possibile osservare che qualche decennio fa anche a Piazza gli imperiali - tamburi - non riportavano alcuna cromatura. Chiaro l'uso di cordame e pelli.
    Oggi artigiani specializzati nella costruzione di strumenti fedeli ad un determinato periodo storico operano in tutta Italia andando incontro alle esigenze delle più svariate rievocazioni, particolarmente in Toscana.
    *a proposito dell'altro mio post, pagina del blog "Che conte Ruggero!".

    RispondiElimina