IL MIO LIBRO "CRONOLOGIA CIVILE ED ECCLESIASTICA..." del 2008 oggi anche su Ebook

mercoledì 31 dicembre 2014

Fine anno imbiancato

Non potevo non farvi partecipi della novità di stamattina. 
Approfitto di una bella foto di Daniele Papa messa su facebook per mostrarvi la visita che ci ha fatto la neve. Senza dubbio è molto suggestiva Piazza imbiancata, ma altrettanto senza dubbio ci provocherà molti disagi, considerando l'inadeguatezza dei mezzi antineve comunali nel rendere percorribili le strade, specie quelle molto ripide: via Mons. Sturzo, via Libertà, via Cavour, via Vitt. Emanuele, via Monte. Speriamo bene e Buona Fine 2014.

Dimenticavo: Aöi tutti a sciar' o Munt' !

Gaetano Masuzzo/cronarmerina  

6 commenti:

  1. Da sempre a PIAZZA ARMERINA la neve assume il significato di disagio specialmente,ma non solo,in macchina.Due RICORDI per tutti : in macchina,all'altezza di SANTO STEFANO e dovendo curvare verso la stradina di fianco al TEATRO senza poter usare i freni vitti i stiddi;GENNAIO 1956,la storica nevicata che trasformò quelle strade in pista per pattinare ; naturalmente niente spargisale e niente pattini o scarponi adeguati; e fu così che io,davanti al TEATRO
    mi spiattellai come una sogliola su una lastra di ghiaccio;per fortuna le mie giovanissime ossa resistettero ma da allora per me la neve perse ogni fascino e
    divenne sinonimo di cadute ed altri disagi; e dire che abito da tempo al NORD dove
    se non nevica cominciano le lamentazioni ; credo che qualcuno faccia anche la danza della neve!Comunque buona" sciata" a tutti senza cadute e,come si diceva una volta,
    BONA FIN' e BON PR'NCIPIU.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito della discesa di Santo Stefano, ricordo che una volta, a seguito di una copiosa nevicata, non essendoci spargisale o altre diavolerie, il Comune (Premio Nobel per idee intelligenti!!), chiamò i Vigili del Fuoco i quali, non sapendo né leggere, né scrivere, ebbero l'infelice idea di sparare con i loro idranti acqua lungo tutta la discesa, in modo da liberare la neve. In un quarto d'ora il lavoro fu completato, solo che dopo la discesa divenne una perfettissima, lucida e liscia... lastra di ghiaccio, dove nessuno potè avventurarsi fino a quando il sole non provvide a farla sciogliere. Da Allora, nel libretto di uso e manutenzione del "Bravo Pompiere" vi è un capitolo scritto in rosso in cui si dice: "Mai spruzzare acqua sulla neve per liberare le strade, e se il Comune di Piazza Armerina vi chiama, dite che avete altri impegni". P.S. E' scritto proprio così. Provare per credere!

      Elimina
    2. Come si dice: "Speriamo d' nan avir' mai b'sognu!".

      Elimina
  2. FINE ANNO con AUGURI Ancora una volta
    BUON ANNO
    senza danno e senza affanno
    FORTUNA molta
    nuova GIOIA rivolta
    ad una vita senza malanno
    UN ALTRO ANNO
    Buona occasione colta
    per una nuova e felice svolta
    BUON ANNO
    ANCORA UNA VOLTA


    RispondiElimina
  3. N'auta v'gilia,sta vota du cav'd'l'ann'.
    Ungh' passà e nan n' parroma ciù; p'nsoma a co ch' riva ntra 'ncorch' ura.
    Dop' i mangiadi,i b'vui,i balladi ,accura ad e babbiadi e mpuru ad e buff'niadi.
    Carusgi,vegghi e carruggi ,accura.
    Nd' l'ann' ch' vengh' nan' v' fasgè ntruscè di farfanti e banniaori;bas'nò oggi cini e mai vacanti.
    I cosi torti viom'li fora stanoit' menz' i bummiadi.
    Accura a coddi dritti :str'nzom'li cu doi mai se no sgridd'nu.
    Nciudom' a pred'ca cu tanti AUGURI.
    P.S.
    Ai puristi del vernacolo : se ho fatto degli errori,” mi corrigerete “ ,per citare QUALCUNO più in alto di noi.La lunga convivenza con i nordici può aver ingenerato confusione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti preoccupe, l'importante è aver reso l'idea, e poi non è andata così male.

      Elimina