NEL CERCHIETTO GIALLO I RESTI DEL MURO SUD DEL CASTELLO DI PLACIA

mercoledì 27 agosto 2014

Via scomparsa ma non dimenticata

L'ex via Francesco NEGRO adesso n. 7 di viale Gen.le MUSCARA'
Dietro segnalazione di Silvio, un concittadino da tantissimo tempo in Settentrione, ho dovuto constatare la scomparsa di una via dedicata a un piazzese, di cui gli parlava spesso il suo maestro Bonifazio in IV elementare. Diversi decenni fa, di fronte l'ingresso alla piazzetta della Palestra dell'ex ITIS, dal 28/4/2013 Piazzetta del Volontario (Avis), c'era una via che collegava il viale Generale Muscarà, questo tanti anni fa intitolato a Francesco Sottosanti*, alla via Benedetto La Vaccara. Il nome della via, ormai non più leggibile, che era scritto sulla targa in cemento ancora presente indicata dalla freccia rossa nella foto, ricordava Francesco NEGRO. Questi era un medico e scienziato di gran fama che, portatosi sull'Etna per approfondire gli studi di vulcanologia, nel controllare l'imponente eruzione del 1536, il 22 marzo di quell'anno precipitò nel magma incandescente. Ce lo riferisce l'abate Vito Maria AMICO (1697-1762) nel suo Catana illustrata del 1741 con queste parole: Crollò quel giorno il tempio di S. Leone eretto nel bosco, e crollato, fu dai torrenti di fuoco ingombro. In quella circostanza occorse un'orribile disavventura a un valoroso medico, di nome Francesco Negro, il quale per indagare sulle voragini apertesi nei pressi, che mandavano al cielo sassi infuocati, sconsigliatamente avvicinatosi alla fornace, crollatogli sul capo un'eruttato sasso, morì.**

*Francesco SOTTOSANTI, nato nel 1894, dopo aver vinto il concorso magistrale andò a insegnare nelle scuole elementari di Verpogliano di Vipacco (Gorizia), oggi in territorio della Slovenia. Ai primi giorni dell'anno scolastico 1930-31, il 4 ottobre, venne ucciso a fucilate sotto gli occhi della moglie e dei figli da elementi antifascisti d'oltre confine. E' ricordato tra i nomi dei caduti della Rivoluzione fascista. (tratto da Martiri fascisti - alla voce: Martire - Enciclopedia Italiana (1934) - Treccani.it). Il corpo del Sottosanti riposa nel nostro cimitero della Bellia e a lui è stata intitolata la piazzetta antistante la chiesa del Carmine. 
**Per maggiori notizie sullo scienziato piazzese potete leggere il post "1536 - Mungibeddu p'r'culös" del 22 marzo 2013.

Gaetano Masuzzo/cronarmerina

63 commenti:

  1. Non ce l'ho presente quella via. Un post eqiivale quasi a una targa commemorativa, e forse, tutto sommato, non è tanto effimero

    RispondiElimina
  2. Grazie infinite per" me" l'importante notizia riguardante il medico dot. Negro ma, vorrei che il sig. Monasteri ed altri che hanno letto la tua informazione ,ansassero a cercare la via e possibilmente informarsi presso gli uffici competenti come il vicolo Negro (pubblico) sia diventato privato:. Ciao a te e saluti al sig. Monasteri silvio mercato

    RispondiElimina
  3. naturalmente qualche privato ha provveduto a "prendersela"

    RispondiElimina
  4. Penso che non sia un vicolo ma una via, questa via non "sbucava" nella via Benedetto La Vaccara ?Se già non se la sono presa l'ufficio tecnico faccia qualcosa.

    RispondiElimina
  5. Caro "anonimo firmati"dove abita questo privato che ha o hanno provveduto a prendersela,stanno facendo crescere un rampicante per nascondere la targa. Questo vicolo
    mi ricorda l'aula di disegno sita al primo piano dell'ex I.T.I.S. difronte alla vietta .
    Che fascino vedere dall'alto un fabbro che a destra della via Negro ferrava un cavallo.Ciao silvio

    RispondiElimina
  6. Dopo tanti anni, credo che la via è diventata privata e il cancello lo dimostra.

    RispondiElimina
  7. Aspetto con ansia una risposta dal Dirigente l'ufficio tecnico comunale e dal Comandante in capo la Polizia Municipale. Aspetto e spero?

    RispondiElimina
  8. Si può usucapire una via comunale?

    RispondiElimina
  9. Credo che ormai sia privata, di pertinenza agli adiacenti palazzi. E' un caso che non esiste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. troppo comodo,la pertinenza ai palazzi adiacenti significa che qualche volpone ha fatto i comodi suoi.Una risposta potrebbe darcela il comandante dei vigili che ha rilasciato il passo carrabile (come da foto) 02-2014 "relativamente recente
      ps:L'assessore Oliveri che abita in quel palazzo, come la vede?

      Elimina
    2. troppo comodo!

      Elimina
    3. Certo quella pianta fiorita che nasconde la targa della via....sento puzza di bruciato...

      Elimina
  10. Mi pare che la cosa ha "quagghatu". Viva ! Piazza Armerina anzi... piazza armerina.

    RispondiElimina
  11. Pippo Oliveri che ci dici di questa via?

    RispondiElimina
  12. mi chiedo,avendo letto le tante osservazioni e sollecitazioni in merito: l'Ufficio tecnico del comune sa dell'esistenza del suo blog e che lo stesso è molto seguito da residenti e non?Che figuraccia se a leggerlo dovesse essere uno straniero,magari intenzionato a visitare la città!

    RispondiElimina
  13. prof può cambiare il titolo :la via scomparsa e dimenticata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece metterei questo titolo: "A d'sgrazia ch' avemu d 'ncoddu !"

      Elimina
  14. L'illustre scienziato Francesco Negro precipitò nel magma incandescente.La strada a lui intitolata SP'RI in quello della burocrazia senza possibilità di spiegazioni.Come si diceva una volta a Piazza,parlando di fenomeni inspiegabili,"sp'rì com' a p'p'neddu augghia".Proporrei un appello a "Chi l'ha visto".Nel frattempo proseguiamo alla ricerca della strada perduta.

    RispondiElimina
  15. Titolo azzeccatissimo quello proposto dal prof.Masuzzo :rispecchia in pieno il DNA di una popolazione.

    RispondiElimina
  16. ma non è ch sp'ri' mpuru l'offici tecncu?

    Ps,: si può anche dire Squagghià com a pscciazza d' giuccà!

    RispondiElimina
  17. interessante il riferimento di Anonimo 13 sett. a GIUFA ch' nan era tantu babbu se si caccia nei guai ma riesce ad uscirne quasi sempre illeso.Mi preocupa però il gran numero di rivoli in cui si disperdono i suoi liquidi organici:sunu assai!Va trov'lu chiddu ch' s' strasc'nà a strata!

    RispondiElimina
  18. Come mai di questa vicenda non si è interessata la stampa locale,vedi starttv?

    RispondiElimina
  19. Questi fantasmi,è il titolo di una commedia di De Filippo; la utlizzerei provocatoriamente come secondo nome di Piazza,la città dove spariscono scale,balaustre e persino strade.Complimenti!La sola cosa che non è mai sparita è l'indifferenza di chi sta a guardare senza reagire se non per dire : a mia nan m' nteressa,cu tu fa far',nan t' c' m'scar'.Pensavo che le cose fossero cambiate e invece nan' s' parra.Prof.Masuzzo non molli in questa opera di disvelamento di fantasmi e sparizioni.Gliene saremo grati in tanti.

    RispondiElimina
  20. Risposte
    1. Più che lupu p' mia sunu luppacchiotti

      Elimina
  21. In riferimento ad Anonimo 13 sett. : si fa sempre più strada la sua idea di ORINE ALLUVIONALI di Giufà che tutto hanno trascinato a valle.Anche l'offici tech'n'chu? Certo che se si è verificata anche questa "tragedia",chi può andare ad esaminare i detriti? Forse Striscia la notizia? Non sarebbe una cattiva idea.

    RispondiElimina
  22. 24 commenti in poco meno di 30 giorni sono di per sè un dato significativo.Se ad esso aggiungiamo l'osservazione dei contenuti,tutti diversi ma sostanzialmente uguali in quanto tendono comunque a saperne di più,"sorge spontanea la domanda" : ci sei o ci fai? A chi è diretta non occorre dirlo.

    RispondiElimina
  23. Certo se si fosse trattato di gossip paesano,di corna o di piantine sequestrate a qualche ex compagno di scuola o di pianerottolo si sarebbero scomodati tutti i pseudogiornalisti del paese l'amministrazione nella sua albagia non sente il bisogno di dare qualche chiarimento e poi perché mica sono pagati dagli"anonimi" che scrivono ,altro che referendum Catania - Enna io proporrei il referendum ai Catanesi o agli Ennesi se vogliono Piazza, corredata, da piazzesi con loro ! ...Meglio non saperlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'altra part' simu baddutteri e cunnatteri

      Elimina
  24. non capisco il senso di luppu e lupacchiotti in questo contesto.Qualcuno ,gentilmente me lo può spiegare?Se è quello che io sospetto,allora W il partito del "fatti i fatti tuoi ch' a mia nan m' n' mporta",oppure "io non c'ero e se c'ero dormivo, W l'Austria"Questa filosofia ha portato davvero lontano!

    RispondiElimina
  25. colpiti da prolungata afasia,gli addetti ai lavori cercano,forse,un otorino che sappia fare miracoli o nan sanu ciù chi dì? A me fu insegnato che "domandare è lecito,rispondere è cortesia".Ma io appartengo all'epoca dei dinosauri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io dico il sindaco il vicesindaco l'ufficio tecnico i vigili urbani uno straccio di risposta perché non la danno? E non mi vengano a dire che non leggono il blog ,perché stanno sempre con quel C...o di telefoni in mano
      prof provi a inviare il quesito sul sito di agostino sella,vediamo se non vedono neanche quello?

      Elimina
  26. Come è stato già scritto in uno dei post l'ex via è diventata pertinenza di una abitazione attigua, punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mutu tu mutu iu...
      altro che repubblica delle banane ...a repubblca di passuluni

      Elimina
  27. Mi pare che,a proposito di questa vana ricerca, si possano o si debbano usare detti,più o meno popolari,del tipo ""Lasciate ogni speranza voi che entrate perchè qui si sta a seminar patate"" oppure ""nuttata persa,figghia fimm'na"".Lo dico con amarezza perchè non vedo vie d'uscita.Se qualcuno volesse smentirmi,si accomodi pure : non è mai troppo tardi.

    RispondiElimina
  28. In riferimento ai post 24ag 04:11 ,31 ag, ,1 sett, 18:15 ,26 sett.8:39 che parlano,con maggiore o minore certezza di pertinenza e privatizzazione,rifacendomi ad anonimo 1 sett.14:43 che pone una domanda circa l'usucapione di una via comunale,io mi chiedo quale pagina di quale codice parli di diritto di usucapione di una via pubblica.Mi preoccupa comunque la presa di posizione di chi da' per scontata la cosa chiudendo il suo post con la parola PUNTO.

    RispondiElimina
  29. Il post parte dal 27 Agosto siamo al 28 Settembre e chiarimenti sulla via pubblica-privata-presente-sparita non ce ne sono, ma Voi davvero pensate che se qualche privato se ne fosse appropriato illegalmente l'ufficio tecnico del comune i vigili urbani l'avrebbero permesso? Evidentemente è una pertinenza, c'è anche il passo carrabile (02-2014)se fosse una via pubblica mica il proprietario lo pagherebbe, a meno non si stia si sta preparando per il famoso usucapione...puntino

    RispondiElimina
  30. Se il lettore Silvio e poi il prof. Masuzzo hanno sentito l'esigenza di segnalare la scomparsa di una via che ebbe una precisa ed ufficiale intitolazione, significa che essa tanto privata non era .Nessuna via,nessuna"" gnunata"" privata ha avuto una intitolazione ufficiale e registrata.Ciò è risaputo da tutti anche nella repubblica di passuluni.Se,dunque,la via non nasce privata,è lecito porsi delle domande circa la sua sparizione.O no?Ho comunque la tentazione di far mie le parole di Anonimo 28 sett. 07:10 a cui aggiungo, di mio ,il titolo di un famoso film "Non ci resta che piangere".

    RispondiElimina
  31. In mezzo. del cammin di ns vita mi ritrovai per una selva oscura....

    RispondiElimina
  32. Che la diritta ""VIA"" era smarrita.Sorge il sospetto che Dante conoscesse qualche piazzese.

    RispondiElimina
  33. Chissà quale intrallazzo c'è dietro, la chiusura di questa via? Ovviamente con la complicità e i favoritismi dell'amministrazioni passate , presenti e future. Io se devo togliere una mattonella da una strada pubblica prima devo andare da un geometra poi presentare una domanda dove c'è la motivazione (valida) quindi mi danno un determinato tempo e l'impegno a non intralciare il traffico e a risponderne se arreco danni a terzi ovviamente lasciando una penale ("grano") che mi verrà restituito all'avvenuto sopraluogo del tecnico del comune accertatosi del ripristino dei luoghi..
    .A Piazza si acchiappano direttamente le strade altro che G8 dovremmo sedere nel P8 la settima potenza mondiale dei pagliacci.

    RispondiElimina
  34. PIAZZA ARMERINA :repubblica di passuluni,parte integrante della settima potenza dei pagliacci; classe dirigente : quella dei MAURRI (sordi o deboli d'udito nel vecchio dialetto)(E' anche vero però che il peggior sordo è chi non vuol sentire) L'assordante silenzio della stessa qualche sospetto lo desta. E d'cit'la 'ncorch' cosa !Doi ,tri ,quattr' paruleddi senza tant' scanchess' a carina !Il panorama di cui sopra ci ha proprio stufati.

    RispondiElimina
  35. com' fu e com' nan fu na fù s' n' parrau chiù;e tutti vissero felici e contenti.Questo è l'epilogo della favola "A strata ch' sp'rì".Sottotitolo: come siamo combattivi noi piazzesi oppure,prendendo a prestito un'espressione catanese,AMMUGGHIAMULA.

    RispondiElimina
  36. VI INVITO A VEDERE, SUL SITO DELLA RETE TV ITALIA 1, LA PUNTATA DELL'OTTO OTTOBRE DOVE VIENE RIAPERTA UNA STRADA CHIUSA DA UN "ANIMALE",
    NATURALMENTE SIAMO A MESSINA NON A PIAZZA ARMERINA PAESE D' BADDUTTARI E CUNNATTERI

    RispondiElimina
  37. invito accolto,visto video ; domanda : a quando le IENE in via NIGRO ? Che relazione c'è fra via Nicaragua a Messina e via Nigro a Piazza Armerina ?Quali le differenze ? Una io l'ho trovata : i messinesi non hanno tollerato la soverchieria e hanno chiesto chia rimenti attraverso le IENE.Tentar non nuoce.......anzi.

    RispondiElimina
  38. Vorrei invitare il prof .Masuzzo a mettere il post di nuovo all'inizio Io mi ci sono imbattuto per caso e davvero una cosa "curiusa"voglio proprio vedere come và a finire!!

    RispondiElimina
  39. Condivido l'invito .A cosa è curiusa assai e a mia nan m'piac' a storiella """ cu n'appi n'appi di cassatenni i PASQUA"".Senza offisa p' nuddu ma i cassatenni tocch'nu a tutti !

    RispondiElimina
  40. e' com ara nar a fnir...com fù e com na fù a via nan c'è chiù

    RispondiElimina
  41. Dice un proverbio cinese : ""puoi accompagnare un amico sulla sua strada per migliaia di miglia ma è inevitabile che le vostre strade si dividano "" cioè diventano DUE ; QUESTO PREDICA LA SAGGEZZA ORIENTALE.Se,invece ,la strada comune ai due amici sparisce,di quale saggezza parliamo?

    RispondiElimina
  42. Dice anonimo 13 ott. :voglio vedere come va a finire.Risponde anonimo 15 ott. :com'fu e com' nan fu a via nan c'è cchiù.Si potrebbe aggiungere " u S'gnur' a voss' e sa p'gghià" oppure "nan' s' n' sepp' nè nova e manch' nuvedda "Queste frasi fanno pensare ai titoli dei capitoli di una SPY-STORIE : LA MISTERIOSA MORTE DELLA SIGNORA STRATA .Sottotitolo :nan m' zz'rchè ciù. Autore : AA. VV. (autori vari)
    Edizioni : SPERANZE PERDUTE.
    P.S. la lettura è riservata ad un pubblico adulto e vaccinato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quella" specie" di vigili urbani con il comandante mai ci passano da quella strada?

      Elimina
  43. Ma se la strada non è più pubblica grazie a PERTINENZA e simili diavolerie burocratico-legali o pseudo tali,a quale titolo i vigili ci possono passare?

    RispondiElimina
  44. POST del 27 AG. U.S. .via scomparsa ma non dimenticata
    Il sig.Silvio,il 28 AG.,si chiede come ;mai il vicolo Nigro abbia perso la sua natura di pubblico.PIOVONO risposte e supposizioni che vanno da QUALCUNO HA PROVVEDUTO A PRENDERSELA a DOPO TANTI ANNI....IL CANCELLO LO DIMOSTRA o a chi parla,facendo sfoggio di cultura giuridica, di PERTINENZA ( o anche di USUCAPIONE) agli adiacenti palazzi e di IL CASO NON ESISTE (concetto ribadito dallo stesso o da altri il g. 26 sett.,con la determinatezza della parola ultima PUNTO ed il 28 sett. quando all'evidenza della peretinenza si aggiunge la presenza di un passo carrabile,certamente privato e pagato);qualcuno sente provenire PUZZA DI BRUCIATO DALLA PIANTA CHE COPRE LA TARGA DELLA VIA.Altri scomodano Dante parlando di """selva oscura"", di"""diritta via........(sinonimo di strata !) smarrita. Continuata è la richiesta di uno straccio di spiegazione da parte degli addetti ai lavori.E qui il mistero si infittisce e spinge a considerazioni di disperante rassegnazione del tipo : E COM' ARA nar' a f' nìr ......COM' FU E COM' nan fu a via nan c'è cchiù ; oppure NAN S' N' SEPP' NE'NOVA nè nuvedda.Ma la CHICCA sta sia nel post 11 sett. che propone un nuovo titolo al POST iniziale cioè VIA SCOMPARSA E DIMENTICATA sia nella proposta A D'SGRAZIA CH' AVEMU D' NCONNU che è la saggia sintesi del problema e della discussione relativa .

    RispondiElimina
  45. E non si rassegnano! Se eravamo messinesi (vedi episodio del programma le iene italia 1: via Nicaragua a Messina)....ma siccome siamo n'fami casctuni e baddutteri a strata chiusa è e chiusa resterà per tutta l'eternità amen

    RispondiElimina
  46. Ha ragione,gentile anonimo!Chissà come gongolano quelli che sanno come sono andate le cose!Si porteranno il segreto nella tomba questi EROI.Peccato,però,che l'eroe senza fama è un eroe dimezzato.

    RispondiElimina
  47. Visto che abbiamo un nuovo assessore (Giordani)inviterei il prof. Masuzzo a mettere il post all'inizio cosi da renderlo di nuovo visibile visto che sta cadendo nel dimenticatoio con buona pace di qualche caporale(siamo uomini o caporali!)

    RispondiElimina
  48. condivido l'idea di una nuova e maggiore visibilità,magari sottolinendo che insieme alla strada sparì anche la risposta alle tante domande ed ipotesi,uniche sopravvisute in questo DILUVIO UNIVERSALE così tanto piazzese.

    RispondiElimina
  49. Professù chiana o nan chiana ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mancu sa mutti na chianata! Tempu persu è, scutta a mmia!

      Elimina
  50. AMEN mi pare un po' troppo definitivo.Certo è difficile sperare in una soluzione dell'enigma
    visto che nemmeno "I MORTI" sono riusciti a compattare questo REGALO,magari perchè in tutt'altre faccende affaccendati.E se BABBO NATALE e la BEFANA fossero meno impegnati e più disponibili?Nan' s' sa mai..........

    RispondiElimina
  51. un regalo ce lo potrebbe fare il prof Masuzzo se riposterebbe all'inizio ...speriamo

    RispondiElimina