DAL 2 FEBBARIO 2016 NUOVO SITO WWW.CRONARMERINA.IT

domenica 1 marzo 2015

Il poeta Carmelo Scibona / 3

Il Podestà Avv. Nino Arena (1895-1952)
Il volume U Cardubu del poeta piazzese Carmelo Scibona, fu stampato presso l'Officina tipografica Gilardoni-Chiesa-Gallazzi, in via Francesco Soave, 24, Milano, a spese e a cura dell'Avv. Nino (Antonino) Arena (1895-1952) che, mecenate di tanti artisti piazzesi del suo tempo, ricoprì la carica di Podestà (come si chiamava allora il Sindaco) della Città dal 1938 al 1942. La foto in divisa si riferisce all'inaugurazione nel 1941 del Regio Istituto Tecnico Industriale per Meccanici ed Elettricisti "C. Cascino", per il quale si era tanto interessato. Successivamente si trasferì con la famiglia a Milano, a pochi passi da piazza Duomo. Proprietario di gran parte della superficie su cui sorge l'attuale Villa Romana del Casale, divulgò nel dopoguerra la scoperta dei mosaici a beneficio di tutti, in cambio di un modesto risarcimento per l'esproprio del terreno. Il 29 dicembre del 2012 la prof.ssa Salvina Ciffo Arena ha donato i manoscritti originali relativi all'opera dello Scibona di proprietà del suocero, avv. Arena, al Comune di Piazza Armerina (post del 29/12/2012 "Donati al Comune i quaderni di Scibona"). (continua)
(in parte tratto da C. SCIBONA, a cura di S. C. TROVATO, I mì f'ssarì - U CARDUBU e tutti gli altri componimenti editi e inediti, Edizioni IL LUNARIO EN, Tip. Lussografica CL, 1997.)

Gaetano Masuzzo/cronarmerina

6 commenti:

  1. " signori si nasce. ........." disse TOTO', proprio vero. Qualche mese fa il Comune ha comperato per qualche migliaio di euro dei manoscritti. Cosa dire? Appunto, signori si nasce.

    RispondiElimina
  2. Ma esiste a Piazza una via intitolata all'avv. .Nino Arena? Non tanto perché fu podestà, ma per aver salvato e divulgato le poesie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Piazza esiste un cortile e due vie intitolate "Arena" ma solo in una c'è pure il nome "Filippo". Pertanto non sono sicuro se una sia dedicata a "Nino".

      Elimina
  3. Non tutti possono donare,regalare, offrire. Personalmente anch'io avrei venduto quei manoscritti antichi e preziosi, anzi il Comune deve ritenersi Super fortunato e ringraziare perché alla fine 15.000 € sono nulla.

    RispondiElimina
  4. Anche Per me, il migliore atto, l'apice culturale del'amministrazione Nigrelli è stata proprio l'acquisizione di quei preziosi manoscritti al tesoro comunale.il prezzo in questi casi è una cosa secondaria, futile e quindi inutile.

    RispondiElimina
  5. Infatti fortunatamente il popolo piazzese nonha ccapito un tubo oppure ha sodomizzato con gusto l'intero vicenda.

    RispondiElimina