NEL CERCHIETTO GIALLO I RESTI DEL MURO SUD DEL CASTELLO DI PLACIA

domenica 8 febbraio 2015

L'Eremo di Piazzavecchia

L'eremo di Piazza Vecchia in alto a dx
Avevo promesso di pubblicare per intero la poesia del poeta Girolamo Giusto dalla quale erano stati tratti i versi riportati sull'edicola votiva n. 7, quella sotto l'Arco che porta al Chiostro dei Benedettini (Municipio) accanto alla Chiesa di Fundrò, eccovela: 

 

LU RIMITU DI CHIAZZAVECCHIA


'Nnomu di Diu e di la Madunnuzza
ch' a sò Figghiu Gesù si teni 'mbrazza;
pi Didda lu dimoniu cca nun truzza,
e di tutti li mali nni sbarazza.

A Chiazzavecchia nni la sò chisuzza,
'ntutti li chiesi e 'ntutti li palazza,
ni li cappelli la Bedda Matruzza,
è la difisa a sta divota Chiazza!

Ci dassi quantu spera lu sò cori
a la Madonna, puru 'na juntuzza:
data ccu arma ci nni vò tisori!

'Na mutura? Un munneddu!? Oh signurinu,
(Vasàtila, carù, st'Immaginuzza)!
la Madonna abbunnassi stu jardinu!

Girolamo Giusto, 1937

Note originali tratte dal libro "Chiazza li so campagni e la cugghiuta di li nucciddi, rimi malincunusi in dialettu sicilianu": Truzza - Da di cozzo; Cappelli - Nelle piazze, nelle strade principali sonvi "nicchie" con l'Immagine della Madonna della Vittoria - Mutura, munneddu - Misure di capacità.

Gaetano Masuzzo/cronarmerina

9 commenti:

  1. Qualcuno,con ascendenti piazzesi, che però non conosce il siciliano,mi ha chiesto di fargli una sorta di traduzione- parafrasi di questa poesia,Ho accettato per gioco "la sfida"
    arrivando a questa conclusione.
    "L'eremita di Piazza Vecchia,in nome di DIO e della MADONNA che stringe tra le braccia il figlio GESU',pensa e dichiara che,solo grazie a LEI,il DEMONIO non osa sfiorare quei luoghi e tiene lontani i loro abitanti da tutti i mali.Nella chiesetta di PIAZZA VECCHIAma anche in altre chiese,in palazzi,nelle cappellette l'immagine della BELLA MADRE difende la devota PIAZZA,Io,dice l'eremita,offrirei alla MADONNA quanto spera il suo cuore e anche di più dal momento che,se si da' con tutto il cuore,non sono
    mai abbastanza i tesori donati.Pochi grammi o tonnellate? Poco importa.Voi,ragazzi,baciate questa immagine della MADONNA.E,in nome di quel BAMBINO che ESSA tiene tra le braccia,invochiamola perchè riempia di BENE questa TERRA.
    P.S.Ho colto nel segno?Che ne dice PROF.? Penso che in tempi difficili come il nostro
    comunque tal preghiera dell'eremita sia utile ed apprezzabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più o meno. Eccoti la mia traduzione che, per essere più chiara, ti anticipo che si tratta di una preghiera per ottenere un buon raccolto di nocciole: L'EREMO DI PIAZZA VECCHIA. "In nome di Dio e della Madonnina, che tiene in braccio suo figlio Gesù, grazie a Lei il demonio qui non ci tocca, e da tutti i mali ci libera. A Piazza Vecchia nella sua chiesetta, in tutte le chiese e in tutte le case, nelle cappelle la Bella Madonnina, difende questa devota Piazza! Ci dia quanto spera il cuore della Madonna, pure una piccola parte che, concessa con l'anima, ce ne vuole tesori! Una mutùra? Un mondello? Oh signore (Baciatela, giovani, quest'immagginetta) affinché la Madonna abbondi questo giardino (di nocciole)!

      Elimina
  2. Solo che la preghiera per le nocciole o non è mai arrivata alla Madonna di Piazza o la Madonna della Forestale e' stata più incisiva e alla fine ha vinto Lei, facendo sparire letteralmente tutte le piantagioni di nocciole che fino agli anni 60 verdeggiavano tutte le contrade piazzesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per VTR. Evidentemente ha vinto la... Madonna della Forestale. Così, sia a Piazza che in Sicilia, abbiamo più forestali di tutto il resto d'Italia. Con questi numeri dovremmo avere un'isola a forma di giardino, ed invece... lascio a voi giudicare. P.S. Complimenti ai due traduttori della poesia: bravi entrambi, anche se quella del nostro prof. è molto più incisiva!!!

      Elimina
  3. giovanni piazza15 febbraio 2015 20:01

    Inserisco vibrazione per elevare vibrante protesta, perché, a mmia, sta traduzioni non mi sconfinfera nisba. Ma se la preghiera è rivolta alla Madonna, chi ci trasi u signurinu? E può mai, u signurinu scrivutu minusculu e smiciatu, essiri u Signuri? E unna s’ha vistu mai, ca u Signuri veni chiamatu signurinu? A la massima a la massima, chiamasi Signuruzzu, ma signurinu a mmia mi pari puru di picca rispettu, e Mimì, di ciricòppula sperta, nunn’è cosa di cumminari sti mpagghiati. Epperciò, secondo di ammè, signurinu è il patrone delle nucidde e Mimì, ca ci aviva obblicu di ricanuscenza o mutivazioni di spranza, ci mpurpittau sta supplica nuciddara pi ntercessioni poetica. E non so se mi sono capito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Giò, anche per me "signurinu" è il padrone di nucciddi.

      Elimina
  4. Se la traduzione dell'ultima strofa fatta da Anonimo 8 FEBBRAIO è azzardata lo è anche
    la NTERCESSIONI POETICA ( per dirla con GIOVANNI PIAZZA) del poeta davvero piuttosto MPURPITTATA agli occhi del lettore.Sarà che la licenza poetica non ha limiti ?

    RispondiElimina
  5. giovanni piazza17 febbraio 2015 17:28

    Grazie dell'imporpettamento concordatorio, anonimo16! Ma se è azzardo pi tutti, finisci di essiri azzardusu. E se quella di anonimo8 è bedda e libera e lirica trasposizione in prosa, e quella del prof è nveci cchiù a la littra, chidda mia vuliva circari la significanza di sta bonaguranza nuciddara. Pirchì, dici tu,il pueta ci vosi mpurpittari sta puisì? Pirchì ci vosi diri “signurinu, spiramu ca la Madonna ti jinchi di nuciddi”? E secunnu mia, o pirchì si vosi sdisobbligari, o pirchì aviva la sinsalia d’un tantu a centu. Puntu. Poi, vistu ca iu aiu la licenza puetica scaduta, po’ ssiri ca sbagghiu, ma sicuru ca ci pozzu iri canni canni, pirchì sacciu ca voi mi corigerete. Comunque, anonimo16, puru chista to’ valutazioni ha statu na mpurpittata nteressantissima assa'. Pròsita e cià. (prof, e cca ci stava la facciuzza ca ridi, :-) ma nun si ci po’ mèntiri. Pirchì?) (scusate se riapro subito: ciau, prof sempri beddu :-) )

    RispondiElimina
  6. Tutti i commenti al POST segnano una bella pagina di questo BLOG,un bell'esempio di colloquio e di confronto di modi di pensare diversi.Mi auguro che ce ne siano altri.
    BUONA GIORNATA.

    RispondiElimina