IL MIO LIBRO "CRONOLOGIA CIVILE ED ECCLESIASTICA..." del 2008 oggi anche su Ebook

mercoledì 14 gennaio 2015

Edicola n. 14

Questa è l'Edicola Votiva accanto alla chiesa di S. Pietro, Pantheon* della Città. Dopo l'ultimo restauro, fa bella mostra a qualche metro di distanza a dx dall'ingresso principale della chiesa. Su 40 mattonelle di ceramica è rappresentata la nostra Patrona Maria SS. delle Vittorie con la scritta in latino alla base: IMAGO DEIPARAE PLATIENSIS (Immagine della madre dei Piazzesi). 
Veramente la tradizione ci tramanda che questo era il sito di un'altra immagine miracolosa, sempre dedicata alla Madre di Gesù ma affrescata su pietra e venerata non solo dai Piazzesi ma da tutti i Siciliani e perciò la chiesa fu chiamata anche della Madonna "della Grazia". Successivamente, questa immagine fu colpita al capo della Madonna da un sasso lanciato da un giocatore ebraico, che causò l'uscita di sangue dalla ferita, in gergo locale mercu. I cittadini dopo aver punito l'ebreo, misero l'immagine all'interno della chiesa (terza cappella a sx**) che da quel momento fu chiamata chiesa "della Madonna del Merco" (da Madonna du Mercu) oltre che di San Pietro.

*Chiesa dove sono sepolti illustri cittadini.
**L'affresco odierno è della fine del XIII inizio XIV secolo, forse copia di un altro di età precedente.       

Gaetano Masuzzo/cronarmerina

2 commenti:

  1. io da bambina ci passavo spesso assieme a mia nonna alle mie sorelle e cugine perchè andavamo in campagna alla bellia ad un km dal paese .Arrivati davanti la capella mia nonna ci aiutava a inginocchiarci in quello scalino alto e poi recitavamo delle preghiere in dialetto che sapeva mia nonna ,e così pure al ritorno
    Sono cose che restano indelebili,mia nonna era religiosissima e tanto buona che io la considero come una santa

    RispondiElimina
  2. L'unica stonatura, quei mattoni rossi di produzione industriale.

    RispondiElimina