LA CROCE GRECA MAI VISTA SUL MURO DELLA CHIESA DEI TEATINI

venerdì 17 ottobre 2014

La Cùpula di la Catradali

 

LA CÙPULA VIRDI DI LA CATRADALI


Cùpula Virdi, di l'annuzzi beddi
no, chiddi di li càuzi sciaccati,
l'autri, quannu spuntozzi e sculareddi,
la guerra la facìvamu a pitrati !

Quannu, di jornu "lustra-balateddi",
china la menti d'Ortis e di Prati, 
di sira, 'nchiesa a furia di scanneddi,
chi litanì cantàvamu arraggiati !

'Nfunn'a lu celu o chiaru o nuvulatu,
comu bedda sta cùpula spiccava,
e chi "Spiranzi" lu sò virdi ha datu !

E dda cùpula quannu la guardava,
o ch'era stancu o ch'era 'ngustiatu,
comu 'na mamma duci mi parrava.

Girolamo Giusto, 1937
(1868-1941)

__________

Note originali dell'autore nel volume del 1937: Càuzi sciaccati = Calzoncini aperti nel di dietro; Spuntozzi = Adolescenti; Lustra balateddi = Che si andava a zonzo troppo; Scanneddi = Note acute stonate.

Gaetano Masuzzo/cronarmerina

2 commenti:

  1. Giovanni Piazza18 ottobre 2014 11:38

    Chissa, Mimì, nunn’è la catradali.
    Chissu è rimpiantu di la gioventù
    Capisci, quannu è persa, quantu vali,
    ma quannu è persa nun ti torna cchiù.
    E dda cupula virdi, era normali
    comu na mamma cunsulava e tu…
    comu na mamma… o forsi cunsulava
    cchiù megghiu assai… ca a mamma tumpuliava!

    RispondiElimina
  2. Quella cupola sembra bucare il cielo creando spazio per aspirazioni e speranze come fanno le mamme quando incoraggiano i figli ad andare avanti ,a superare l'ostacolo prima del traguardo. Questa corsa ad ostacoli concide con la gioventù .Ha ragione GIOVANNI PIAZZA quando legge tra le righe la nostalgia,il ricordo ,il rimpianto di quell'età da parte del poeta che,ormai adulto,guarda a quella cupola come al simbolo di un tempo che non c'è più

    RispondiElimina