IL MIO LIBRO "CRONOLOGIA CIVILE ED ECCLESIASTICA..." del 2008 oggi anche su Ebook

martedì 25 marzo 2014

I barbieri di via Marconi / 1


Il sig. Tanino Bilardo all'opera nel suo salone di via Marconi
Dopo aver parlato dei barbieri siciliani in generale, oggi vi elenco i primi 14 nomi su 28, dei barbieri che avevano u salùn nella nostra via Marconi nell'arco di quasi mezzo secolo, dagli anni '30 ai '60. E' ovvio che il mio "archivio vivente e personale" ne avrà dimenticato qualcuno, e di questo me ne scuso, quindi se ve ne ricordate degli altri vi prego di comunicarmeli per aggiungerli. Iniziando dal tratto della via Marconi confinante con piazza Garibaldi: barbiere Interliggi Cono* di San Cono morto con tutta la famiglia per la frana sutta a costa d' S. Franciscu, Di Marco e fratello, Barbera poi sostituito da Pino Testa, Tanino Bilardo (nella foto**), Garigliano, don Catino Catalano, Ribilotta, i fratelli sfollati da Tripoli Gigino e Bastiano Rausa quest'ultimo bravissimo nel suonare il violino, Caminiti, forestiero (di Aidone), Carmelo Magro. Concludo questa prima parte riportando i ricordi di una lettrice del blog che simpaticamente ci riportano indietro negli anni:
"Io i barbieri me li ricordo ancora più remoti. Quando le donne passavano per via Marconi arrossivano, perché si sentivano scrutate dagli uomini che stavano seduti davanti le barberie, come se fossero i soci di un club. Allora il barbiere si pagava a mese o ad annata, mio padre lo pagava ad annata col grano che raccoglieva. Il barbiere veniva pure in casa a tagliarci i capelli e anche a cavarci i denti guasti. Mi piaceva l'odore del viso di mio padre la domenica, quando si sbarbava. Fino a quando stavamo a Piazza, mio marito si serviva da Pino Testa, il poeta. Le sue prime poesie gliele diede lui su fogli scritti a macchina. Altri tempi!" (R. M.) - Gaetano Masuzzo/cronarmerina 

*Il cognome e il nome di questo barbiere mi sono stati segnalati sui "commenti" da Tanino Santangelo che ho già ringraziato. Però una parente, sempre attraverso i "commenti", me l'ha fatto correggere da Intraligi a Interliggi.
**Il figlio di Tanino Bilardo, Giuseppe, ci ha ricordato che la foto fu scattata da un turista di passaggio che poi gentilmente gliene spedì una copia in via Marconi 8.

domani la seconda parte

4 commenti:

  1. Oggi Tanino S. mi ha suggerito che il barbiere forestiero che morì sotto la frana con tutta la sua famiglia si chiamava Intraligi Cono. Grazie Tanì

    RispondiElimina
  2. Vi correggo si chiamava Interliggi Cono,sono una lontana parente.

    RispondiElimina
  3. Vi correggo si chiamava Interliggi Cono,sono una lontana parente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la puntualizzazione, vado subito a correggere il cognome. Mi raccomando segui sempre il blog.

      Elimina