IL MIO LIBRO "CRONOLOGIA CIVILE ED ECCLESIASTICA..." del 2008 oggi anche su Ebook

martedì 6 ottobre 2015

1283 - I 101 militi di Placea/1

Cavaliere del XIII sec.
Quasi alla fine del XIII secolo e precisamente al tempo del Vespro Siciliano la città di Piazza, che allora era demaniale¹ e si chiamava Placea o Plasia o Terra Placie, aveva nel suo vasto territorio molti militi o nobili, dei quali un documento dell'epoca² ci conserva ben 101 nominativi a cui il re Pietro d'Aragona fa recapitare nel gennaio del 1283, le lettere di mobilitazione (di cui non erano tanto entusiasti e perciò pronti a disobbedire per confermare lo spirito di libertà e di autonomia che li aveva animati durante il Vespro) contro il nemico re Carlo I d'Angiò (1226-1285). Ve li trascrivo qui sotto traendoli dall'incommensurabile volume dello storico Litterio Villari, Storia della Città di Piazza Armerina, 1981, pp. 153, 154. 
Eccovi i primi 20 dei 101 in ordine alfabetico, chissà che qualcuno non vi riconosca un antico antenato:
Anfusii P.  
Belingerio Bernardo
Cacalario G.
Cacerio Jacobo 
Caldarario G. (poi Caldarera, origine lombarda, in elenco famiglie piazzesi )
Caldarario Mannono (poi Caldarera, origine lombarda)
Catajode Gratiano 
de Acavellis Johanni
de Acio G. (paesino della Spagna Settentrionale)
de Aydona P. (10) (poi de Aidone, Aidone, in elenco famiglie piazzesi)

de Amure Leonardo (poi de Amore, Amore, in elenco famiglie piazzesi)
de Antietxa Riccardo 
de Ascherio Simoni
de Augusta Johanni
de Bella Bon Johanni  (origine toscana)
de Burgo Johanni Ferrario
de Caltagirone Ugolino (parente di Gualtiero, ribelle a re Pietro d'Aragona)
de Cammarata Anastasio (in elenco famiglie piazzesi)
de Cavellario G.
de Chondore Gerardo (20) (da Condrono poi Fundrò)
(continua)

¹ Demaniale o Università era la città che rispondeva direttamente al sovrano ed era retta dal Regio Baiulo, i nobili e i castellani erano esclusi dall'elezioni di cariche municipali; quella feudale era la città sottoposta al controllo dei baroni e dei nobili feudatari.
² Pubblicati dal Sovrintendente agli Archivi della Sicilia Giuseppe Silvestri, De rebus regni Siciliae, PA, 1882, docc. dal 388 al 392.
Gaetano Masuzzo/cronarmerina

 

9 commenti:

  1. gaetanina da Lodi6 ottobre 2015 09:46

    Pur sapendo tutto sul nome antico di Piazza, nelle manifestazioni ufficiali, vedi Palio, manifesti, congressi, etc., si continua a chiamarla Plutia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gaetanina, purtroppo non c'è più sordo di chi non vuol sentire, o meglio, non c'è più ignorante di chi non vuol leggere, approfondire, imparare, fregandosene di tutto e di tutti. C'est la vie.

      Elimina
  2. Epigrafe.
    a Bartolomeo da Piazza frate minore anima d'eroe
    che ito improvviso nel 1282 a Carlo D'Angiò in Catona
    con parole di fuoco i patrj dritti sostenne
    e l'oste nemica già in punto di muover contro Messina
    minacciò sgomino' ed ai prodi
    Guglielmo Calcerando e Palmiero Abate i quali nel 99 con altri 60 cavalieri fulminando qui irruppero in mezzo all'oste di Roberto Angioino che l'assedio levò poi deluso e sgomento
    il Comune
    nel VI centenario della guerra dei Vespri. ........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai dov'era esposta questa epigrafe nel 1882?

      Elimina
    2. Nel 1982 il Prof. Rosario LA DUCA pubblica "VII Centenario Sicilia Vespro 1282-1982. Ed. Vittorietti - Palermo.
      L' epigrafe continua così: questa lapide consacrò
      Documento di quel che possa
      In nobili cuori
      Amor di patria e aborrimento al giogo straniero.

      Credo che si trova da qualche parte a Palermo.
      Nella stessa pubblicazione si trova anche una ottava in dialetto piazze se di R. Roccella
      Per l'eroico assedio
      Sostenuto dai piazzesi per la guerra del Vespro

      Ombra di t'rr'nanni! m' paress,
      CH' v' ve' sovra i muri e u turriong,
      Armadi cui d' ronca, e cui d' fess,
      Cui d' SPE' cui d' spata e d' p'ccongh;
      E m' par davvero ch' s'ntess
      I vostri vosg' ch' ing'nu u vaddongh:
      Non ggh'e' patt ch' tengh ! Aum, Ciaccesi,
      Meggh' muri, ch' dev'n ai Francesi!!




      Omessi alcuni accenti e cediglie perché introvabili nel mio portatile.

      Elimina
    3. Vtr, potresti mandarmi l'ottava del Roccella con tutti gli accenti etc.? A questo punto meriterebbe un post corretto tutto suo. Potresti inviarla per via e-mail a gaetano.masuzzo@teletu.it. Grazie anticipatamente

      Elimina
    4. Un caro saluto a "vtr" da un suo compagno di... prima elementare!!!

      Elimina
  3. Ovviamente questa bella ed interessante epigrafe non si trova a Piazza , immagino.

    RispondiElimina
  4. Ricambio affettuosamente nell'attesa di consumare un aperitivo all'aroma di " ricordi....!".ciao vtr.

    RispondiElimina