IL MIO LIBRO "CRONOLOGIA CIVILE ED ECCLESIASTICA..." del 2008 oggi anche su Ebook

giovedì 3 settembre 2015

Data corretta per Matteo Trigona

Lapide nella cappella Trigona in Cattedrale

Citazione su "Novelle Letterarie" del 1762
Nei post di domenica 16 e di mercoledì 19 agosto u.s. avevo riportato il 29 giugno 1754 come data della morte dell'arcivescovo di Siracusa, il piazzese mons. Matteo Trigona, dei baroni di Imbaccari Sottano e Terra di Mirabella. Invece, avendo visionato una lapide nella nostra Cattedrale e approfondendo la ricerca, devo correggerla. Infatti, sia nella lapide su un arco della cappella Trigona in Cattedrale (foto in alto) e sia nel volume/catalogo recuperato su internet "Novelle Letterarie" stampato a Firenze nel 1762 (foto in basso), la data della morte è il 23 febbraio 1753
Inoltre, sull'altro arco della cappella, c'è un busto di un prelato che dovrebbe essere quello di mons. Trigona che sovrasta un'enorme aquila, stemma della famiglia. 
Per quanto riguarda il gesuita Padre Saverio Vita, che recitò l'orazione funebre in onore dell'Arcivescovo durante il funerale svoltosi nella nostra Cattedrale, consultando il volume Storia Ecclesiatica della Città di Piazza Armerina del Villari, si apprende che proprio in quell'anno, il 1753, egli risultava nell'Elenco nominativo dei Padri Gesuiti docenti nel Collegio di Piazza col nome completo di VITA Saverio Maria
Tutto ciò a dimostrazione che non si finisce di scoprire e d'imparare, l'importante è ammettere gli errori e, possibilmente, correggerli quanto prima.  
Gaetano Masuzzo/cronarmerina

7 commenti:

  1. Bravo Prof. Sempre preciso, corretto e documentato. Lei si che fa onore ai piazzesi. Continui così. Saluti.

    RispondiElimina
  2. Gaetanina da Busto4 settembre 2015 12:47

    La politica ci ha delusi tutti, i telegiornali sono quasi noiosi, la TV è ripetitiva e piena di amori, flirt, processi mediatici, ricette di cucina per VIP, etc..Almeno leggendo queste cose vien voglia di sapere di più.

    RispondiElimina
  3. Concordo pienamente anche dopo aver letto ,nel post di oggi 5 sett. di quell'edicola a cui il vescovo aggiunse quella frase così tristemente attuale e piena di significato nonchè di spunti di riflessione.

    RispondiElimina
  4. Anche Ottavio Garana nel suo libro " i Vescovi di Siracusa " riporta la stessa data.
    Divo Marciano primo urbis episcopo Syracusarum anno domini MDXXXXIII pervetustam hanc argenteam figura ex breviori ampliorem reddidit centesimus tertius ab illo praesul Mattheus Trigona anno MDCCXXXIX.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vtr, scusami ma la data 1543 a che si riferisce ?

      Elimina
  5. La citazione trovasi sul busto- reliquiario d'argento di S. Marciano.
    Capodieci, iscrizioni, p.30
    Busto ordinato dal Vescovo di SR, Girolamo Beccadelli Bologna nel 1543.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la precisazione. Alla prossima. Ciao

      Elimina