«STEMMA DEL REGNO DI SICILIA QUANDO TRA IL 1392 E IL 1396 FU COSTRUITO IL CASTELLO ARAGONESE DI PIAZZA ARMERINA»
«STEMMA OF THE KINGDOM OF SICILY WHEN BETWEEN 1392 AND 1396 THE ARAGONESE CASTLE OF PIAZZA ARMERINA WAS BUILT»
COME AND VISIT http://www.cronarmerina.it/

giovedì 19 aprile 2018

Chi era Maltisotto

Targa stradale nel quartiere Monte

Oggi vi spiego a chi si riferisce il cognome nel cartello di un cortile del quartiere Monte, proprio dietro la I Matrice della Città, San Martino di Tours. Proseguendo oltre, c'è la breve strada intitolata alla chiesa di Gesù e Maria, anticamente fuori la Porta di San Martino, nel dirupo verso gli orti. Nel 1866 i frati Fatebenefratelli, che sin dal 1690 avevavo gestito l'Ospedale intitolato al loro Santo fondatore, San Giovanni di Dio, vanno via e viene nominato rettore, sia del loro ospedale che di quello accanto, voluto nel 1771 da Michele Chiello, il notaio Remigio Roccella. Il chierico Michele Chiello aveva fondato un nuovo ospedale, limitrofo all'altro ma con una amministrazione distinta e separata, perché da quasi mezzo secolo l'antico e unico ospedale che c'era in città registrava una cattiva amministrazione. Il Roccella una volta rettore dei due ospedali, con l'aiuto dei beni della baronessa Carmela d’Acquino vedova di Vespasiano Trigona Calafato, delle donazioni del sacerdote Pasquale Maltisotto, della signora Adelaide La Vaccara e del sacerdote Vincenzo Starrabba (1730-1803) dei principi di Giardinelli e marchese di Rudinì, risana il bilancio amministrativo del primo e aquisisce, nel frattempo, l’attiguo convento di San Francesco facendolo diventare la nuova sede dei due Ospedali cittadini, il "San Giovanni di Dio" e il "Chiello", riuniti sotto l'unico nome di "Ospedale Michele Chiello". Pertanto, sia la chiesa che l’Ospedale "San Giovanni di Dio", limitrofi all'altro, rimangono abbandonati. Sessant'anni dopo, nel 1931, i resti della chiesa crollata nel 1876 verranno abbattuti definitivamente, per consentire la costruzione di un'altra ala dell'ospedale "Chiello". La nuova ala all'inizio verrà adibita a sede temporanea della Regia Scuola Industriale Arti e Mestieri, intitolata nel 1927 al Deputato al Parlamento Calogero Cascino (1864-1932). Dopo qualche mese la Regia Scuola si trasferirà definitivamente nella nuova sede inaugurata nel 1928, lungo il viale ancora senza nome che porta al nuovo quartiere "Cannizzaro". Ecco chi si nasconde dietro quel cognome un po' particolare che ai più non dice nulla, un sacerdote grande benefattore che aiutò il nostro nosocomio poco dopo l'Unità d'Italia.
cronarmerina.it

4 commenti:

  1. Thanks for ones marvelous posting! I quite enjoyed reading it,
    you happen to be a great author.I will make sure to bookmark your blog
    and will eventually come back very soon. I want to encourage yourself to continue your great posts, have a
    nice evening!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you very much. Visit me on my website too www.cronarmerina.it

      Elimina
  2. Wonderful goods from you, man. I've understand your stuff previous to and you are just too wonderful.
    I actually like what you have acquired here, certainly like what
    you are saying and the way in which you say it. You make it entertaining and you still care for to keep
    it sensible. I cant wait to read far more from you.
    This is actually a terrific site.

    RispondiElimina
  3. Thank you for some other great post. Where else may just anybody get that kind of
    info in such an ideal way of writing? I've a presentation next week, and I am on the look for such information.

    RispondiElimina